Keep Calm and Be Futsal

Maccan Prata a Policoro, Sbisà e Spatafora verso la Final Four

2 min read

Foto: Christofer Dozzi - Maccan Prata

I gialloneri sono sbarcati a Policoro in mattinata e svolgeranno la rifinitura a metà pomeriggio. Queste sono le parole di Mister Sbisà e Capitan Spatafora alla vigilia della sfida contro Canicattì.

Marco Sbisà “Sono passati 19 giorni dalla splendida ed unica emozione provata il giorno della promozione in A2 Èlite. Da quel giorno testa e corpo sono stati rivolti completamente a Policoro, un evento molto importante per società staff e squadra. I ragazzi hanno dimostrato subito grande disponibilità alle richieste dello staff, con gli allenamenti di avvicinamento che sono stati caratterizzati da massima concentrazione, curando ogni dettagli al meglio. Siamo pronti e portare la coppa a Prata sarebbe davvero un grande sogno che ripagherebbe tutti noi dei grossi sacrifici fatti non solo durante questa stagione ma anche nella passata. Affronteremo degli avversari di tutto rispetto,squadre costruite per vincere, (non a caso la Ternana ha già vinto, Canicattì e hornets si stanno giocando la promozione in Èlite), a partire dai Siciliani che li incontreremo nella seconda semifinale. Credo sarà una gara equilibrata. Loro sono molto organizzati con alcune individualità estremamente importanti, giocatori che abbinano qualità ed esperienza, aspetti fondamentali in questi eventi. Noi siamo pronti, determinati nel voler raggiungere un traguardo storico per la società, per i ragazzi e per i tifosi che avremo al seguito, oltre che per la nostra terra e per la nostra regione.”

Oscar Spatafora “Ci apprestiamo a giocare una Final Four desiderata sin dall’inizio del campionato, con la mente libera per averlo vinto con largo anticipo il campionato, ma adesso per poter affrontare al meglio questa competizione, in cui serviranno mente, cuore e tanta grinta. Daremo tutto, per noi stessi, per la società e per i nostri tifosi pronti a sostenerci. Il viaggio lungo in pullman è stato indubbiamente stancante, ma ci ha anche permesso di stare insieme e di capire ancora meglio il sacrificio che tutti noi abbiamo fatto per arrivare sin qui, per giocarci l’opportunità di portare a Prata questa coppa. Cosa significa essere capitano di questo gruppo? Mi riempie di orgoglio. Abbiamo vinto 2 campionati di fila ed è stata una gioia pazzesca, immensa. Per me indossare la fascia durante la Coppa Italia sarà un onore, oltre che un’emozione che vivrò e mi godrò fino all’ultimo secondo.”

Seguici sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *