Keep Calm and Be Futsal

La Virtus Romagna è pronta per il derby, mister Spada: “Non è una sfida come le altre”

2 min read

Foto: ACDF Virtus Romagna Calcio a 5

Aria di derby. Alle 16:00 a Bertinoro, si affrontano Pol.1980 e Virtus Romagna, in una sfida che manco a dirlo si prospetta estremamente combattuta.

Dopo il weekend scorso di pausa, dovuto alle festività pasquali, le giocatrici di Massimiliano Spada sono cariche e pronte a scendere in campo, nonostante l’ennesimo infortunio occorso ad una virtussina in questa stagione: «Purtroppo, la sfortuna continua ad abbattersi su di noi e alla lista già lunghissima di infortuni si aggiunge quello di De Oliveira che starò fuori per almeno due settimane. Ma, detto questo, la settimana è andata bene» commenta il tecnico biancorosso.

Che aggiunge: «Questo nuovo infortunio rende ovviamente tutto ancora più complicato, ma siamo pronti alla sfida di domani. Il derby non è una sfida come le altre, in ballo non c’è solo il risultato. Vogliamo scendere in campo e portarci a casa sia il risultato sia una bella prestazione».

Spada, a proposito del match di domani poi prosegue: «Mi aspetto una partita molto aperta e accesa, dove entrambe le squadre vogliono vincere fortemente. Loro vorranno farsi valere visto anche il risultato dell’andata, mentre noi vogliamo dimostrare che nonostante le complicazioni degli infortuni siamo forti. Dobbiamo mettere un altro mattoncino necessario alla corsa ai playoff».

L’allenatore romagnolo ci tiene a ringraziare e a lodare le sue giocatrici, arrivate a questo punto della stagione: «Il risultato è ovviamente importante, cruciale per raggiungere il nostro obiettivo, ma voglio elogiare le mie giocatrici perché stanno portando avanti un percorso importante e di successo, nonostante le tantissime difficoltà che hanno affrontato. Voglio ringraziarle giocatrici per l’impegno, la dedizione, la volontà che mettono ogni volta che scendono in campo, anche per sopperire alle compagne infortunate, che non fanno mai mancare il proprio supporto ma che purtroppo non possono darci una mano in campo

Seguici sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *