Keep Calm and Be Futsal

Reggio Sporting Club, la gioia di Noto per il primo gol in Serie B: “È stato molto emozionante”

Foto: Reggio Sporting Club - M. Priolo

Dietro ogni gol, a qualsiasi livello e categoria, si nasconde di tutto e di più. Dall’amore per lo sport alla passione ereditata, dalla grinta alla voglia, dagli allenamenti alle partite. Ma per Viviana Noto questo è un gol che va al di là di tutto. La giovane biancoazzurra ha timbrato la sua prima rete con la Reggio SC, nella vittoriosa gara contro il Canicattì. Assist di Pantano, Noto la indirizza con un controllo orientato prima di scaraventarla in rete per la gioia di tutti. E questo gol ha un sapore particolare per lei e per la sua stagione caratterizzata da un lungo infortunio.

Un gol che è servito a chiudere la partita, così come la vittoria nella gara davanti al pubblico amico ritrovato a distanza di troppo tempo.

Si, sicuramente è servito vincere, non solo dal punto di vista della classifica, ma anche perché tornare a giocare in casa dopo tanto tempo. Davanti ai nostri tifosi è una responsabilità. Dovevamo dimostrare di essere all’altezza della situazione e ci siamo riuscite”.

Le sensazioni sul gol, il primo nel nazionale…

Quando la palla è entrata non ho capito più nulla, sono scoppiata in un urlo di felicità. È stato molto bello ed emozionante. Era un gol che aspettavo da tanto tempo. Purtroppo, ad inizio novembre ho subito un brutto infortunio che mi ha costretta a stare ferma per due mesi. Ho continuato a fare il tifo per le ragazze, a seguirle anche da casa e soffrire e gioire con loro. Rientrare dopo tanto tempo, sicuramente, è stato molto stimolante ed entusiasmante, fare gol, poi, mi ha dato la carica in più per affrontare al massimo questa fine campionato”.

La dedica di Noto, specialmente alla società ed allo staff che hanno sempre creduto in lei, nella sua crescita e nelle sue capacità.

Questo gol lo voglio dedicare alla mia famiglia che ha sempre creduto in me e c’è sempre stata, facendo molti sacrifici per permettermi di praticare questo sport meraviglioso. La salvezza – prosegue Viviana – la dedico in primis alla squadra che ci ha creduto sempre anche quando sembrava andare male, allo staff, in tutte le sue componenti e poi ai tifosi che ci hanno sempre supportato e dato il calore necessario per andare avanti. Infine, ci tenevo a ringraziare la società che mi ha dato l’opportunità di fare parte di questa famiglia, al mister ed alle mie compagne che hanno riposto in me fiducia facendomi sentire parte integrante di questo splendido gruppo”.

Seguici sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *