Keep Calm and Be Futsal

Bologna, bagarre playoff. Guandeline: “Dobbiamo concentrarci solo su noi stessi e continuare a crederci”

Metabolizzata la sconfitta di misura contro la Dozzese, rimediata dopo un testa a testa protrattosi per tutti e quaranta i minuti, il Bologna si prepara ad un altro, infuocato, match. Domani, sabato 16 marzo, alle ore 17.30 presso il Palasavena di San Lazzaro di Savena, andrà in scena il secondo derby emiliano-romagnolo: i rossoblù di mister Alberto Carobbi contro gli arancioneri dell’amico ed ex collega Simone Bottacini. Per i padroni di casa, così come per il Russi, la 9a giornata di ritorno potrà emettere un verdetto, forse non definitivo, ma di certo significativo, su quale delle due potrà ottenere l’ambito pass per i play-off.

Se la Ternana festeggia la promozione anticipata in A2 Elite e l’Olimpia Regium può guardare dall’alto la lotta ai play-off, certa della sua qualificazione, Dozzese, Bologna, Kappabi e Russi si contendono gli altri tre posti, a sole tre giornate dalla fine della regular season. I rossoblù, attualmente al 4° posto con 30 punti, dovranno necessariamente fare un risultato positivo per accaparrarsi uno dei lasciapassare, considerando che all’orizzonte ci sono la gara contro la Ternana e il turno di pausa. Il Russi, al 6° posto, ha sette punti in meno del Bologna, ma una partita in più da giocare. Le altre contendenti ai play-off, pur non avendo scontri diretti, dovranno giocarsela con due (Atlante Grosseto e Buldog Lucrezia) delle cinque squadre in lotta per non retrocedere o partecipare ai play-out.

Il precedente contro il Russi risale all’andata e non rappresenta uno dei migliori ricordi dei rossoblù. Sintetizzando, se il Bologna, sottotono, ha condotto la maggior parte della gara in difesa, il Russi ha sempre attaccato, pur riuscendo a sfondare le retrovie rossoblù solo sul finale. Quinto attacco del girone, con Cianciulli miglior marcatore arancionero con 14 reti, la squadra di Bottacini può contare, ora, anche su Spadoni, tornato a ‘casa’ dopo l’esperienza in rossoblù nel girone d’andata. Si affiancherà a Beltrami, altro rossoblù passato tra le file romagnole nel mercato estivo. Reduce dalla sconfitta contro l’inossidabile Ternana, dopo una gara non scontata, il Russi punterà, così come gli avversari, alla vittoria.

Il Bologna, che dovrà rimediare all’insuccesso contro la Dozzese, avrà a disposizione Joao Pedro Guandeline, vice-capitano e il solo ad aver centrato la porta romagnola all’andata.

Di seguito, le sue dichiarazioni: «La partita contro il Russi va affrontata come fosse una finale: ci serve un risultato positivo per gestire con più tranquillità l’ultima partita, contro la Ternana. All’andata li abbiamo subìti: siamo andati in vantaggio troppo presto, per poi stare sempre in difesa. Il loro gol del pareggio è nato proprio da un nostro errore. Hanno fatto una signora partita e il pareggio era giusto. Sono una squadra giovane, molto offensiva, che lotta sempre fino all’ultimo. Contro la Dozzese abbiamo fatto una buona prestazione a livello offensivo, anche se non abbiamo concretizzato abbastanza: dobbiamo fare di più. Il pareggio forse sarebbe stato il risultato più veritiero, ma loro hanno avuto da subito quella cattiveria che ci ha fatto male. Dobbiamo ripartire dal quel primo tempo per preparare la partita col Russi. All’andata, contro i romagnoli, c’è mancata la serenità: dobbiamo concentrarci solo su noi stessi e continuare a credere, consapevoli di essere un buon gruppo che può lottare contro tutti. Questo è il momento più importante della stagione e non dobbiamo mollare, fino alla fine».

Seguici sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *