Keep Calm and Be Futsal

Salernitana ko, ma Lanteri guarda al futuro: “Domenica a Ragusa sarà una finale”

2 min read

Foto: Salernitana

La Salernitana Femminile esce sconfitta dalla gara interna contro l’Irpinia. A margine del match a parlare in casa granata è stato mister Lanteri che sulla sfida ha sottolineato: “Non credo che questo match sia stato preparato male. Si è ripetuta la classica gara giocata quando affrontiamo le grandi. In questa circostanza, però, sono un pochino più arrabbiato delle altre volte perché il nostro primo tempo mi è piaciuto molto poco”.

Cosa non ripetere:
“A mio avviso non c’era la giusta tensione ed attenzione. Se non entri subito in campo in una certa maniera contro queste squadre fai fatica. Loro hanno fatto delle reti di ottima fattura ma, a parer mio, non eravamo grintose e non siamo arrivate quasi mai prime sulla palla. Mi sarebbe piaciuto vedere più concentrazione e determinazione in diverse situazioni”. 

La reazione nella ripresa
“Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, infatti il parziale si è chiuso 1-1. Sicuramente loro avranno mollato qualcosa ma le azione create da noi sono state molte. Sotto porta non siamo ancora cattive al punto giusto e concretizziamo poco rispetto a quanto prodotto. Mi sono però divertito perchè la gara è stata gradevole per i ritmi messi in campo da ambo le parti”:

Sul proseguimento della stagione:
“Vogliamo raccogliere quanto più e possibile. Domenica andremo ad affrontare il Ragusa che è una nostra concorrente per la zona play-off, quindi sarà una prima finale da dover giocare bene. Sarà importante fare punti e dimostrare di esserci messi alle spalle questa sconfitta”.

Il pensiero per Enrica Giugliano:
“Un in bocca al lupo ed un saluto particolare ad Enrica che sabato prossimo sarà sottoposta ad operazione. Noi saremo in viaggio per Ragusa, e non la potremmo vedere, ma saremo comunque vicini a lei. Mi ha fatto davvero piacere vedere la ragazza sorridente nei giorni scorsi,  noi l’aspettiamo e quando tornerà avrà ancora più voglia di migliorare”.

Seguici sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *